EL BLOG DE FONMONEY SOBRE RECARGAS Y ENVÍO DE DINERO ONLINE

Todo lo que neceista saber sobre el envío de dinero en todo el mundo y las recargas de celulares.

Presentazione del libro “L’empereur Maxence” di Ramiro Donciu

Massenzio, l'ultimo imperatore residente a Roma, ha lottato fino alla fine per indurre la Tetrarchia al riconoscimento del suo diritto al trono. Da usurpatore, come erano stati all'inizio anche Diocleziano e Costantino, Massenzio ha riportato la capitale a Roma e ha preso tutte le misure necessarie per ridare alla città i privilegi tradizionali. Gli esiti architettonici delle sue imprese sono i più presenti, ma si possono trovare anche delle tracce di altre sue disposizioni imperiali. Ci si riferisce soprattutto alle relazioni di Massenzio con la cristianità. Nel corso della storia queste decisioni, diventate dall'inizio "il bersaglio" della propaganda pro-costantiniana, sono state molto contestate. La storia ha screditato Massenzio, colocandolo fra il regno imponente di Diocleziano e quello di Costantino, ancora di più determinante per la nostra civiltà contemporanea. La convinzione di Ramiro Donciu, autore del libro “L’empereur Maxence” (Edipuglia 2012) è quella che la maggior parte delle prove sulla verità del regno di questo sfortunato principe erano predestinate a scomparire.

Ramiro Donciu è studioso specializzato in storia romana, dottore di ricerca in scienze storiche dell’Università di Bucarest. Ha pubblicato numerosi lavori dedicati alla propaganda imperiale, al paleo-cristianesimo e alla Tarda Antichità, tra cui: Influences grecques dans la propagande impériale de Néron à la lumière de l’iconographie monétaire (Concilium Eirene XVI, Praga, 1982); Le règne de Gaius considéré comme plaque tournante dans l’histoire de l’empire romain (Klio 71/1989/2, Berlino) ; Les relations de Maxence avec la Tétrarchie à la lumière des émissions monétaires (BSNR XCVIII-CIII/2004-2009); L’empereur Maxence et la victoire du christianisme (Bucarest, 2007), L’Hispanie sous l’empereur Maxence (StClas XLV/ 2009).

Presenta il libro il prof. Domenico Vera, docente di Storia Romana all’Università di Parma, alla presenza dell’autore. Mercoledì, 23 gennaio 2013, ore 18 Accademia di Romania, Biblioteca Fonte: http://www.accadromania.it